sabato 16 marzo 2013

ognuno ha un passato, il tuo com'è stato






ognuno ha un passato, il tuo com'è stato!?
Sono stato sempre timido e riservato,
interessato alle zuppe e pan bagnato
alle belle compagnie,
eredità, libertà, piacevoli manie.
Non comunicavo come avrei dovuto,
non ho potuto, anzi, non ho voluto,
infatti il mio pensiero dopo un po' l'ho bevuto.
Ricordo che le occasioni furono tante
ma un giorno le mie mani si sporcarono di sangue,
provai a lavarmele tante volte,
l'intenso colore non andò più via.
Allora utilizzai la follia. Bugia!
Sostenni che non fu colpa mia,
volli solo scacciare la monotonia farcita di schizofrenia.
La causa di tutto questo? Ricevetti troppo affetto,
la molla che mi fece perdere il contatto,
scattò nella mia mente il progetto del delitto perfetto
anche se poi non fu tanto perfetto.
La voce esteriore non vuole parlare
fa posto a quella interiore per dire
che il passato non si può cambiare.
Concludo dicendo che col trascorrere del tempo mi sono redento,
cerco un riscatto ma non chiedetemi perché l'ho fatto

1 commento:

  1. Pietro Maso, massacrò (con tre amici) i genitori a colpi di spranga e stoviglie. Tornerà libero il mese prossimo.
    Ferdinando Carretta, uccise a colpi di pistola, padre, madre e fratello. Ha ereditato la casa dei genitori. Ovviamente libero.
    Ruggero Jucker, accoltellò 22 volte la fidanzata Alenya. E' uscito dal carcere dopo 10 anni di detenzione. Libero.

    RispondiElimina