venerdì 4 novembre 2011

faccio finta


ho creduto alla esistenza del punto G...
alfabeto limitato... sfiora quì...
roba dolce ma sopravvivo
non c'è nulla di eclatante in quello che scrivo...
faccio finta di mangiare
di aspettare
di dormire
di morire...
non ha senso questo letto vuoto
sprofondato nel passato remoto
ha piu senso il superbo ignoto...
l'altra parte di me non si riposa
cela per se il retrogusto di ogni cosa.

Nessun commento:

Posta un commento