giovedì 12 settembre 2013

genocidio del cuore




con l'approssimarsi dell'autunno
non ricordo quale anno
tu mi privasti di aria, acqua, fuoco e pane,
mi privasti dell'ombra del tuo cane.

La nostra storia
è come un vecchio pazzo che ha perso la memoria,
sussurra la verità,
ognuno si accolla la propria metà


1 commento: