SOSPESI PER TERRA - Blogger bocche piene di libertà, bla bla bla bla, utenti che gravitano nella generosità, da da da da, aperti al confronto e ad ogni sorta di cambiamento, esibizionisti, buonisti, ambientalisti di sfondamento, automatico complimento. Se si apponesse con dinvoltuuuuura un diverso commento da bocciatuuuuuura non inerente all'argomento si rischierebbe una denuncia per scarso attaccamento, altro che sgomento, non abbiate pauuuuura, è un modo come un altro di perdere tempo, se mi guardate con sospetto non nascondetevi sotto il letto, prometto che sarò più buffona di Rigoletto. Blogger senza inibizione e difficoltà ti manda a va va va va, utenti saccenti che sa sa sa sa, intonano lo stesso ritornello la la la la, coraggio fabrax, abracadabra, esponi la formuletta che sai: "me la dai?" Ai confini dell'avere: "me la faresti vedere?" Per accontentare l'ippocampo, stampo e giunge in un lampo, guardo e non mi smagro, squadro una cornice senza quadro, non mi pongo quale sia il senso del peccato, giusto o sbagliato, non tutto è oro colato, non pregiudica un bene amato, se mi spengo al diavolo le sensazioni vere o presunte, potrei schiattare domani, se ne laverebbero le mani e i coglioni, non importa siamo di fronte al condominio virtuale, la finzione è la norma. Blogger che sanno l'alfabeto a a a a e poi tornano indietro a a a a, utenti spersi nella città, spiacente non sono di quà.

lunedì 7 aprile 2014

un'altro

Abusi su minori: ennesimo arresto di un prete a Ravenna!


ravenna_640

Ci risiamo purtroppo ... mi riferisco all'ennesimo caso di un prete arrestato per abusi su minori, e arriva proprio dopo la conferma della notizia che nelle "linee guida della Cei per i casi di abuso sessuale nei confronti di minori da parte di chierici", non esista nessun obbligo di denuncia alle autorità per i Vescovi venuti a conoscenza di abusi su minori da parte di prelati.

Un parroco, don Giovanni Desio, è stato arrestato per atti sessuali con minori a Ravenna. Lo stesso religioso, a febbraio, finì col suo potente Suv in un canale a Casalborsetti con un tasso alcolemico quasi 4 volte oltre il limite. Adesso è in carcere.
Sono diversi, tutti a danni di adolescenti, gli episodi attribuiti a don Giovanni Desio: le ipotesi di reato fin qui formulate sono di adescamento di minorenni e di atti sessuali con minori. “E’ stata un’operazione chirurgica anti-pedofilia – ha precisato il procuratore capo di Ravenna Alessandro Mancini – Senza enfasi, sappiamo che è un momento doloroso. Ma non daremo tregua a nessuno per questo tipo di reati”.
Nel febbraio scorso il parroco era balzato alle cronache perché finì nel canale Destra Reno a Casalborsetti, sul litorale ravennate, con un Suv Bmw nuovo da 35 mila euro. Aveva poi spiegato che quella sera era di ritorno da una cena di una famiglia di parrocchiani, durante la quale aveva bevuto pochi bicchieri di vino bianco. E che comunque non era ubriaco.
 (Fatto Quotidiano)

fonte: www.stopcensura.com

2 commenti:

  1. Ogni volta c'è un prelato (che sia cardinale, vescovo o abate poco importa) che dice "è stato un errore preghiamo per le vittime". Come se abusare di un essere indifeso sia esattamente la stessa cosa che parcheggiare la macchina in seconda fila. Come se una preghiera possa restituire la vita e la gioia a chi è stato violentato.

    RispondiElimina
  2. in un paese qui vicino conosco un prete che si è scopato diverse signore locali,
    e alcune sono pure rimaste incinta, ovviamente tenendo i figlioli. tutti splendidamente simili al cappellano (cappella, ano...)....
    ;-)
    Juanito

    RispondiElimina