SOSPESI PER TERRA - Blogger bocche piene di libertà, bla bla bla bla, utenti che gravitano nella generosità, da da da da, aperti al confronto e ad ogni sorta di cambiamento, esibizionisti, buonisti, ambientalisti di sfondamento, automatico complimento. Se si apponesse con dinvoltuuuuura un diverso commento da bocciatuuuuuura non inerente all'argomento si rischierebbe una denuncia per scarso attaccamento, altro che sgomento, non abbiate pauuuuura, è un modo come un altro di perdere tempo, se mi guardate con sospetto non nascondetevi sotto il letto, prometto che sarò più buffona di Rigoletto. Blogger senza inibizione e difficoltà ti manda a va va va va, utenti saccenti che sa sa sa sa, intonano lo stesso ritornello la la la la, coraggio fabrax, abracadabra, esponi la formuletta che sai: "me la dai?" Ai confini dell'avere: "me la faresti vedere?" Per accontentare l'ippocampo, stampo e giunge in un lampo, guardo e non mi smagro, squadro una cornice senza quadro, non mi pongo quale sia il senso del peccato, giusto o sbagliato, non tutto è oro colato, non pregiudica un bene amato, se mi spengo al diavolo le sensazioni vere o presunte, potrei schiattare domani, se ne laverebbero le mani e i coglioni, non importa siamo di fronte al condominio virtuale, la finzione è la norma. Blogger che sanno l'alfabeto a a a a e poi tornano indietro a a a a, utenti spersi nella città, spiacente non sono di quà.

domenica 10 marzo 2013

vorrei tornare



lo scorso anno, io e la mia dolce metà, decidemmo ad agosto di recarci per 4 giorni a Barcellona, città catalana di Gaudì e Picasso, con forti influenze esoteriche. Quattro giorni nei quali avemmo modo di saltare alcuni pasti e altri fatti di panini veloci e pizze apparentemente margherite. Non assaggiai la paella, non bevvi la sangria (a parte un calice di vino bianco da Juanito), non copulai con nessuno tanto meno con mio marito... arrivò il ciclo e buonanotte ai suonatori. Insomma, per farla breve, ci limitammo a visitare l'acquario a ridosso del porto, qualche chiesa e le piazze principali incluso le ramblas. Avremmo dovuto visitare la Sagrada familia, ma visto l'ora e la coda interminabile, rinunciammo.
A luglio cadrà il 20esimo anniversario di matrimonio. L'idea di tornare (questa volta a settembre) mi alletta parecchio (soldi permettendo). Se mai avverrà, io e il mio lupacchiotto vorremmo ampliare il raggio di visite, incluso Montserrat; lui adora camminare, io adoro comprendere ed essere stimolata altrimenti la cura del sonno vince e... vincerebbe.
Nel frattempo vedrò cosa mi riserverà la primavera.

1 commento:

  1. dapprima avevo pensato a qualche foto mia scattata lì, poi ho optato per l'architettura presa da google immagini

    RispondiElimina