SOSPESI PER TERRA - Blogger bocche piene di libertà, bla bla bla bla, utenti che gravitano nella generosità, da da da da, aperti al confronto e ad ogni sorta di cambiamento, esibizionisti, buonisti, ambientalisti di sfondamento, automatico complimento. Se si apponesse con dinvoltuuuuura un diverso commento da bocciatuuuuuura non inerente all'argomento si rischierebbe una denuncia per scarso attaccamento, altro che sgomento, non abbiate pauuuuura, è un modo come un altro di perdere tempo, se mi guardate con sospetto non nascondetevi sotto il letto, prometto che sarò più buffona di Rigoletto. Blogger senza inibizione e difficoltà ti manda a va va va va, utenti saccenti che sa sa sa sa, intonano lo stesso ritornello la la la la, coraggio fabrax, abracadabra, esponi la formuletta che sai: "me la dai?" Ai confini dell'avere: "me la faresti vedere?" Per accontentare l'ippocampo, stampo e giunge in un lampo, guardo e non mi smagro, squadro una cornice senza quadro, non mi pongo quale sia il senso del peccato, giusto o sbagliato, non tutto è oro colato, non pregiudica un bene amato, se mi spengo al diavolo le sensazioni vere o presunte, potrei schiattare domani, se ne laverebbero le mani e i coglioni, non importa siamo di fronte al condominio virtuale, la finzione è la norma. Blogger che sanno l'alfabeto a a a a e poi tornano indietro a a a a, utenti spersi nella città, spiacente non sono di quà.

martedì 24 giugno 2014

MIMI E (h) I (p) ST (e) RIONI (parte seconda - featuring Vicky)



E quindi partiamo da Vicky, ovvero Pier Vittorio Tondelli. Scrittore italiano.
Dobbiamo soffermarci un attimo sul significato della parola "scrittore".
A mio modesto parere, non può essere chiamato così chi ha pubblicato uno o più libri. Ma già definendo "scrittore" chi si guadagna da vivere con le sue pubblicazioni, secondo me ci avviciniamo un po' di più alla realtà.
Non è - come potrebbe sembrare - un tentativo di sminuire il ruolo dello scrittore, come se si stesse dicendo: in fondo, scrivere è un mestiere come un altro. Giacché la realtà è proprio questa: scrivere è effettivamente un mestiere come un altro e, quindi, bisogna saperlo fare. Non tutti diventano ingegneri spaziali o bravi artigiani, così come non tutti diventano (bravi) scrittori.
Vicky era un bravo scrittore (e questo è il motivo per cui mi servirò della sua guida spirituale per affrontare l'argomento, a partire dal titolo). Lo era perché ha parlato dei mimi e degli istrioni (non ancora degli hipster, ma se avesse avuto il tempo di conoscerli sicuramente lo avrebbe fatto) da due punti di vista completamente diversi: da dentro, nel racconto omonimo contenuto su Altri libertini; e da fuori, nella raccolta di saggi, articoli, ecc. Un weekend postmoderno, uscito l'anno prima della sua morte.
Esercizio per casa: provate a descrivere una realtà che conoscete molto bene prima con voi protagonisti, successivamente come se non ne sapeste nulla o doveste scriverci un articolo.
Confrontate le due versioni.
Buttate via tutto (a meno che non siate dei bravi scrittori).

2 commenti:

  1. dannati hipster...se buttavi una bomba ieri sera al concerto degli arcade fire ne facevi fuori metà

    RispondiElimina