giovedì 25 agosto 2011

nessuno ti può giudicare


non c'è alcun bisogno che tu viva nel al di là
devi tentare di trovare l'equilibrio al di quà
la dittatura estetica ti ha divorata,
un taglio quì, un ritocco quà
non riuscirai a raggiungere la verità

lascerai poco all'ingresso dell'ignoto,
soltanto i contorni sbiaditi di una foto,
precipiterai in fondo alla vallata
tra la polvere di una copertina illustrata,
sei leggera anche se il tuo io pesa una tonnellata,
avverti l'inevitabile stretta alla gola,
la tua faccia è di colore viola,
non seccarmi ora, prendi la pistola,
sdraiati e muori da sola

il passaparola è giunto nel al di là,
hai trovato la tua giusta priorità,
la dittatura estetica ti ha congedata,
nell'eternità sei parcheggiata
adesso puoi riposare, sei immacolata

Nessun commento:

Posta un commento