mercoledì 28 dicembre 2011

ti faccio male


tu politicante arrogante
dalla dialettica imbarazzante,
non finirai povero all'ospizio
come qualunque tizio,
sarai coperto d'oro come il faraone egizio
fino al giorno del giudizio
grazie al fantastico vitalizio,
dietro al tuo personale messaggio subliminale
mendichi un tozzo di caviale
emettendo una scorreggia intellettuale

ti faccio male, ti faccio male,
t'infilo la testa nella lavatrice
giù a novanta scodinzoli felice
ti faccio male, ti faccio male,
persone come voi è sempre carnevale,
persone come noi si gettano nel canale,
ti ho riservato un trattamento speciale:
carta vetrata e penetrazione anale
il tuo foro ha la stessa larghezza del traforo,
fotti il prossimo e godi come un toro.



2 commenti:

  1. Spara cazzate
    manco fossero i saldi
    sgonfia mazze arrizate
    fra coperte belle calde

    Mentre tutta la nazione
    s'alza presto la mattina
    Lei va all'elezione
    Poco dopo una sveltina

    "Faccia presto vecchietta"
    dice la politicante arpia
    alle poste non aspetta
    e chiama la polizia

    "Fate presto accorrete
    maresciallo non faccia il pazzo
    tanto poi lo sapete
    io so io , e voi non siete un cazzo"

    RispondiElimina