giovedì 19 novembre 2015

in Francia non sanno di essere in guerra!

Parigi: aerosolchemioterapia bellica Nato!


di Gianni Lannes

Sono addolorato per le vittime innocenti che pagano il prezzo di una guerra decisa sulla testa dei popoli. L’opinione pubblica ha ostinatamente ignorato gli avvisi ai naviganti. Ecco infine cosa si raccoglie. Il manichino Hollande ha sparato in diretta : "chi sono i terroristi"?

Ecco la retorica disinformazione che propina il capo dello Stato al suo popolo, peraltro irrorato ogni giorno dai velivoli dell'alleanza atlantica. I francesi non sapevano di essere in guerra da un bel pezzo? Eppure la Francia ha invaso con truppe e bombardato Iraq, Afghanistan, Libia e Siria. Ha contribuito all'assassinio di Saddam e Gheddafi, pretende morto Assad. Il governo di  Parigi ha armato e addestrato i "ribelli" sunniti, messo in atto crimini contro l’umanità in Ciad, Centrafrica, Mali, e adesso, non sa di "essere in guerra"?

I terroristi dell'Isis sono figli di Francia, Usa, Gran Bretagna e Nato, fecondati con i semi dell'odio, allevati e pasciuti con l'invasione irachena, con quella afghana, con la devastazione della Libia e poi, con le carneficine di civili in Siria.

3 commenti:

  1. proprio perchè non esistono morti di serie A o di serie B,
    sono addolorato per ogni massacro perpetrato dall'uomo sulla terra,
    e poichè mi sento parisenne e libertario, dico vive la France.
    anche se a qualcuno la cosa turba, in quanto non è concepibile che una persona
    si rechi ad un concerto e venga uccisa a colpi di mitra.
    allo stesso modo trepido per la sorte dei Kurdi, degli irakeni e dei Kenyoti,
    senza distinzione alcuna.
    Juanito

    RispondiElimina