SOSPESI PER TERRA - Blogger bocche piene di libertà, bla bla bla bla, utenti che gravitano nella generosità, da da da da, aperti al confronto e ad ogni sorta di cambiamento, esibizionisti, buonisti, ambientalisti di sfondamento, automatico complimento. Se si apponesse con dinvoltuuuuura un diverso commento da bocciatuuuuuura non inerente all'argomento si rischierebbe una denuncia per scarso attaccamento, altro che sgomento, non abbiate pauuuuura, è un modo come un altro di perdere tempo, se mi guardate con sospetto non nascondetevi sotto il letto, prometto che sarò più buffona di Rigoletto. Blogger senza inibizione e difficoltà ti manda a va va va va, utenti saccenti che sa sa sa sa, intonano lo stesso ritornello la la la la, coraggio fabrax, abracadabra, esponi la formuletta che sai: "me la dai?" Ai confini dell'avere: "me la faresti vedere?" Per accontentare l'ippocampo, stampo e giunge in un lampo, guardo e non mi smagro, squadro una cornice senza quadro, non mi pongo quale sia il senso del peccato, giusto o sbagliato, non tutto è oro colato, non pregiudica un bene amato, se mi spengo al diavolo le sensazioni vere o presunte, potrei schiattare domani, se ne laverebbero le mani e i coglioni, non importa siamo di fronte al condominio virtuale, la finzione è la norma. Blogger che sanno l'alfabeto a a a a e poi tornano indietro a a a a, utenti spersi nella città, spiacente non sono di quà.

venerdì 5 settembre 2014

Jacula



da Wikipedia:

Jacula è un fumetto italiano erotico-horror, creato da Giorgio Cambiotti e pubblicato dalla casa editrice ErreGi, poi Ediperiodici, dal 1969 fino al 1982, per un totale di 327 albi.

La pubblicazione godette di un buon successo editoriale per tutti gli anni settanta, per poi perdere progressivamente interesse e lettori agli inizi degli anni ottanta, fino alla soppressione definitiva della testata, causata da una certa perdita di freschezza delle storie, da una ripetitività dei temi e delle situazioni descritte e non ultimo per l'apparizione ed l'affermazione commerciale di nuove pubblicazioni che riproponevano le stesse atmosfere erotiche e soprannaturali di Jacula. Per la realizzazione grafica del personaggio è opinione diffusa che gli autori si ispirassero alla cantante Patty Pravo, sex symbol dell'epoca.

Oltre alla serie ufficiale di Jacula esistono anche due speciali piuttosto rari: "Il colore della morte", albo interamente a colori e supplemento al nº 100; e "Seme di vampiro", supplemento inedito in formato gigante (228 pag) al N° 188 (luglio 1976).

Altre serie erotiche a fumetti prodotte in Italia negli stessi anni ed incentrate su vampire e affini comprendono: Zora la vampira, Lucifera, Sukia.

Trama

Vampira ibrida rispetto al modello tradizionale, capace cioè di resistere ai raggi del sole, ma non a oggetti sacri (crocifissi, acqua benedetta), Jacula vive avventure dell'orrore ambientate a cavallo tra Ottocento e primo Novecento, viaggiando con una certa regolarità, e incontrando svariate figure caratteristiche dell'iconografia orrorifica classica e mitologica: diavoli, scienziati pazzi, mummie, zombi, arpie. Vicende di orrore cui puntualmente si sovrappone una tematica erotica più o meno bizzarra.

Nessun commento:

Posta un commento