SOSPESI PER TERRA - Blogger bocche piene di libertà, bla bla bla bla, utenti che gravitano nella generosità, da da da da, aperti al confronto e ad ogni sorta di cambiamento, esibizionisti, buonisti, ambientalisti di sfondamento, automatico complimento. Se si apponesse con dinvoltuuuuura un diverso commento da bocciatuuuuuura non inerente all'argomento si rischierebbe una denuncia per scarso attaccamento, altro che sgomento, non abbiate pauuuuura, è un modo come un altro di perdere tempo, se mi guardate con sospetto non nascondetevi sotto il letto, prometto che sarò più buffona di Rigoletto. Blogger senza inibizione e difficoltà ti manda a va va va va, utenti saccenti che sa sa sa sa, intonano lo stesso ritornello la la la la, coraggio fabrax, abracadabra, esponi la formuletta che sai: "me la dai?" Ai confini dell'avere: "me la faresti vedere?" Per accontentare l'ippocampo, stampo e giunge in un lampo, guardo e non mi smagro, squadro una cornice senza quadro, non mi pongo quale sia il senso del peccato, giusto o sbagliato, non tutto è oro colato, non pregiudica un bene amato, se mi spengo al diavolo le sensazioni vere o presunte, potrei schiattare domani, se ne laverebbero le mani e i coglioni, non importa siamo di fronte al condominio virtuale, la finzione è la norma. Blogger che sanno l'alfabeto a a a a e poi tornano indietro a a a a, utenti spersi nella città, spiacente non sono di quà.

sabato 8 marzo 2014

squadristi del web?


SQUADRISTI DEL WEB?



di Gianni Lannes


Il Messora (byoblu) è per caso portavoce del movimento 5 stelle? Che ruolo ha in Parlamento? E' il responsabile della Comunicazione del Gruppo Parlamentare del Movimento 5 Stelleal Senato della Repubblica.


Il grillino Claudio Messora e la "cosetta a tre" con le ministre Carfagna, Prestigiacomo e Gelmini

Il grillino Messora e la "cosetta a tre" con le ministre di Berlusconi

"Ho fatto una cosetta a tre con la Carfagna, la Gelmini e la Prestigiacomo": è il post che il responsabile comunicazione del M5S Claudio Messora ha scritto sul suo blog l'11 luglio del 2010. Parlava di "un'allucinazione onirica a sfondo sessuale". Messora ha cancellato la parte "piccante" del post, ma Google non dimentica...




Ecco cosa ne pensano gli iscritti al Meetup M5s di Venezia:


C’è qualcosa che mi sfugge del grillismo. Certo, sulla faccenda della ricapitalizzazione dei 7 miliarducci e mezzo dati alle banche mezzo per la rivalutazione delle quote di partecipazione degli enti privati, decreto ingiuntivo messo insieme all’IMU, avevano ragione. Ma tutto il parapiglia, le frasi ingiuriose, gli spintoni, ma soprattutto quel post scritto di pugno di Grillo dove mette la Boldrini in auto per poi chiedersi “cosa le fareste?” e' stata una squallida provocazione per scatenare la peggiore canea.

Pur non condividendo le idee politiche di Laura Boldrini, è intollerabile l'attacco volgare e minaccioso di Grillo alla presidente della Camera. Perché quando si vuole colpire una donna si affonda sempre nella sfera sessuale?


Ma soprattutto per cancellare con un colpo di spugna le “buone ragioni” che potevano avere, sulla privatizzazione di Bankitalia. Tant’è vero che quel post l'ex comico lo ha cancellato, perché ha capito subito di averla fatta grossa. Ma intanto è stato letto, come sono state lette le sequele di ingiurie e di frasi da vespasiani pubblici che c’erano scritte. Un gran regalo alla Boldrini, non c’è che dire!

Che cosa mi sfugge? E perché resto scettico sul m5s? Beh, intanto il fatto di essere stato votato da Barbara Spinelli, compagna del fu Padoa-Schioppa. Chi è la Spinelli? La figlia di Altiero Spinelli, uno dei “padri nobili” di questa ottava meraviglia di Ue nonché giornalista per Repubblica. E vi pare che se il movimento di Grillo fosse così anti-Ue, anti-euro e anti- globalista e anti-mondialista, sarebbe proprio stato votato dalla Spinelli? Mah…

In secondo luogo, mi chiedo come fanno due cittadini “privati” (e sottolineo privati) aderenti alla Casaleggio & Associati, a fare i referenti di un movimento politico (di cui uno è padrone con tanto di atto notarile) stando dietro le quinte a dettare legge? Ricordate la polemica su Berlusconi “imprenditore privato” che ha fondato un “partito di plastica”? Beh, Berlusconi è sceso nell’agone politico ed è stato regolarmente eletto, assumendosi tutti i rischi che sappiamo. Grillo no. Non può farlo per via di quell’incidente letale che gli costò un processo e una condanna per omicidio colposo. E allora temo che il costituzionalista Giovanni Sartori (denigrato da Grillo) qualche ragione debba averla, se ha scritto sul Corriere:


Grillo? Chi è costui? se vuole dire la sua in politica ci metta direttamente la faccia e osi scendere “in campo”. Altrimenti siamo al reverendo Jim Jones, quello che faceva bere l’aranciata avvelenata ai suoi numerosi accoliti nella giungla della Guyana.

fonte: sulatestagiannilannes.blogspot.it

Nessun commento:

Posta un commento