SOSPESI PER TERRA - Blogger bocche piene di libertà, bla bla bla bla, utenti che gravitano nella generosità, da da da da, aperti al confronto e ad ogni sorta di cambiamento, esibizionisti, buonisti, ambientalisti di sfondamento, automatico complimento. Se si apponesse con dinvoltuuuuura un diverso commento da bocciatuuuuuura non inerente all'argomento si rischierebbe una denuncia per scarso attaccamento, altro che sgomento, non abbiate pauuuuura, è un modo come un altro di perdere tempo, se mi guardate con sospetto non nascondetevi sotto il letto, prometto che sarò più buffona di Rigoletto. Blogger senza inibizione e difficoltà ti manda a va va va va, utenti saccenti che sa sa sa sa, intonano lo stesso ritornello la la la la, coraggio fabrax, abracadabra, esponi la formuletta che sai: "me la dai?" Ai confini dell'avere: "me la faresti vedere?" Per accontentare l'ippocampo, stampo e giunge in un lampo, guardo e non mi smagro, squadro una cornice senza quadro, non mi pongo quale sia il senso del peccato, giusto o sbagliato, non tutto è oro colato, non pregiudica un bene amato, se mi spengo al diavolo le sensazioni vere o presunte, potrei schiattare domani, se ne laverebbero le mani e i coglioni, non importa siamo di fronte al condominio virtuale, la finzione è la norma. Blogger che sanno l'alfabeto a a a a e poi tornano indietro a a a a, utenti spersi nella città, spiacente non sono di quà.

martedì 17 dicembre 2013

famiglia spagnola muore per cibo scaduto



Quella merda schifosa e puzzolente di Paolo Mieli, ex sessantottino con pretese da intellettuale che da tempo ha abbandonato l'eskimo, in buona compagnia, per servire il potere, ha dichiarato che i governi di Spagna e Grecia sono "responsabili". Che Dio lo maledica ! E adesso leggetevi questa e vedete quanto sono responsabili !



La crisi uccide. Succede in Spagna, vicino Siviglia. Da tempo madre, padre e le due figlie di 13 e 14 anni si nutrivano di alimenti recuperati dalla spazzatura o prossimi alla scadenza, donati da alcune associazioni. Il tutto perché il padre era disoccupato da due anni e non c'erano più i risparmi neppure per comprare da mangiare.
Così una sera cenano con del pesce scaduto da tempo. Sarebbe stato proprio quest'alimento a scatenare i primi disturbi: nausea e vomito. Durante la notte viene chiamata l'ambulanza ma medici e paramedici decidono che non è il caso di procedere al ricovero.
Più tardi la situazione si aggrava: per una seconda volta la famiglia chiamerà il pronto soccorso e stavolta sarà troppo tardi. Quando arrivano i soccorsi madre e padre sono in gravi condizioni, la figlia maggiore ha una crisi cardio-respiratoria e la più piccola ha crisi di vomito.
Solo quest'ultima si salverà. I genitori moriranno poche ore dopo, insieme alla figlia maggiore. Rimane ricoverata in gravi condizioni la figlia più piccola. L'esame tossicologico effettuato sui cadaveri ha confermato la causa della morte, riconducibili agli alimenti scaduti.
Proprio poche ore prima della tragedia, davanti al municipio di Alcala di Guadaira, città dove la famiglia abitava, si era svolta una manifestazione di protesta appoggiata dal movimento degli indignados M15. Il comune ha dichiarato tre giorni di lutto cittadino.
La morte delle tre persone è stata accolta con molta commozione in Spagna dove il tasso di disoccupazione è il secondo più alto dell'UE, con circa 4,9 milioni di senza lavoro (il 26,6%).

http://informare.over-blog.it/article-famiglia-intera-muore-da-mesi-si-nutrivano-con-cibo-scaduto-121643052.html

 fonte: fintatolleranza.blogspot.it

Nessun commento:

Posta un commento