SOSPESI PER TERRA - Blogger bocche piene di libertà, bla bla bla bla, utenti che gravitano nella generosità, da da da da, aperti al confronto e ad ogni sorta di cambiamento, esibizionisti, buonisti, ambientalisti di sfondamento, automatico complimento. Se si apponesse con dinvoltuuuuura un diverso commento da bocciatuuuuuura non inerente all'argomento si rischierebbe una denuncia per scarso attaccamento, altro che sgomento, non abbiate pauuuuura, è un modo come un altro di perdere tempo, se mi guardate con sospetto non nascondetevi sotto il letto, prometto che sarò più buffona di Rigoletto. Blogger senza inibizione e difficoltà ti manda a va va va va, utenti saccenti che sa sa sa sa, intonano lo stesso ritornello la la la la, coraggio fabrax, abracadabra, esponi la formuletta che sai: "me la dai?" Ai confini dell'avere: "me la faresti vedere?" Per accontentare l'ippocampo, stampo e giunge in un lampo, guardo e non mi smagro, squadro una cornice senza quadro, non mi pongo quale sia il senso del peccato, giusto o sbagliato, non tutto è oro colato, non pregiudica un bene amato, se mi spengo al diavolo le sensazioni vere o presunte, potrei schiattare domani, se ne laverebbero le mani e i coglioni, non importa siamo di fronte al condominio virtuale, la finzione è la norma. Blogger che sanno l'alfabeto a a a a e poi tornano indietro a a a a, utenti spersi nella città, spiacente non sono di quà.

martedì 12 novembre 2013

protesta davanti al Cremlino


Forma di protesta estrema in difesa dei diritti umani in Russia. Un artista, Pyotr Pavlensky, 29 anni si è inchiodato i testicoli sulla pavimentazione della piazza Rossa a Mosca, accanto al mausoleo di Lenin.
Il video dell'impresa diffuso sulla rete mostra il giovane completamente nudo, seduto per terra, con un singolo grande chiodo che gli attraversa lo scroto e si infila nello spazio tra due sampietrini. L'agenzia Ria Novosti ha riferito che dopo essere stato portato via dalla polizia ed essere stato curato in ospedale, l'uomo è stato portato in un commissariato.
L'artista, originario di San Pietroburgo, ha spiegato sul sito Grani.ru che ha tentato di attirare l'attenzione sull'indifferenza della società russa alla trasformazione del Paes in quello che ha definito "uno stato di polizia". Per fare questo il giovane ha scelto il gionro della festa della polizia.
Pavlensk non è nuovo a queste forme di proteste: in precedenza si era cucito le labbra per manifestare contro la condanna delle Pussy Riot. A maggio era stato arrestato per essersi mostrato a San Pietroburgo completamente nudo con il corpo avvolto da filo spinato.

fonte: www.huffingtonpost.it

Nessun commento:

Posta un commento