SOSPESI PER TERRA - Blogger bocche piene di libertà, bla bla bla bla, utenti che gravitano nella generosità, da da da da, aperti al confronto e ad ogni sorta di cambiamento, esibizionisti, buonisti, ambientalisti di sfondamento, automatico complimento. Se si apponesse con dinvoltuuuuura un diverso commento da bocciatuuuuuura non inerente all'argomento si rischierebbe una denuncia per scarso attaccamento, altro che sgomento, non abbiate pauuuuura, è un modo come un altro di perdere tempo, se mi guardate con sospetto non nascondetevi sotto il letto, prometto che sarò più buffona di Rigoletto. Blogger senza inibizione e difficoltà ti manda a va va va va, utenti saccenti che sa sa sa sa, intonano lo stesso ritornello la la la la, coraggio fabrax, abracadabra, esponi la formuletta che sai: "me la dai?" Ai confini dell'avere: "me la faresti vedere?" Per accontentare l'ippocampo, stampo e giunge in un lampo, guardo e non mi smagro, squadro una cornice senza quadro, non mi pongo quale sia il senso del peccato, giusto o sbagliato, non tutto è oro colato, non pregiudica un bene amato, se mi spengo al diavolo le sensazioni vere o presunte, potrei schiattare domani, se ne laverebbero le mani e i coglioni, non importa siamo di fronte al condominio virtuale, la finzione è la norma. Blogger che sanno l'alfabeto a a a a e poi tornano indietro a a a a, utenti spersi nella città, spiacente non sono di quà.

giovedì 23 maggio 2013

anonimo - 2 -


un ragazzo e una ragazza, che stavano assieme, avevano ospitato una loro amica di fuori a casa per qualche giorno. una mattina mentre l'ospite stava facendo una doccia e quindi era chiusa nel bagno, lui passando davanti la porta della camera dove dormiva notò una mutandina a terra vicino il trolley. era ovviamente della loro ospite che si era spogliata per andare in doccia e l'aveva distrattamente lasciata a terra. lui ebbe un sussulto e non resistette: entrò nella camera e la raccolse. era un perizoma azzurro chiaro. lo strinse fra le dita. non era mica sporco però era chiaramente usato. lo avvicino al viso e lo annusò profondamente. l'odore della fica della sua amica gli riempì la testa. e il suo cazzo divenne di pietra all'istante. guardo ancora quel feticcio tra le sue mani. c'era un piccolo pelo del pube. non poteva credere di essersi fatto coinvolgere in una situazione del genere. pensò che sarebbe stato eccitante tirare fuori il suo membro caldo e turgido e strofinarlo con quel perizoma. la voce della sua compagna che lo chiamava lo destò da quella fantasia perversa.

Nessun commento:

Posta un commento