giovedì 18 aprile 2013

pimperepettenusa pimperepettepam


effe a bi erre a ics.
C'è più merda nella gente che gente nella merda, frase fatta, frase corta, mangio una fetta di torta e poi via da quà, pimperepettenusa pimperepettepam.
La mia comprensione è finita in fondo ad un burrone, velocità nella sparizione non altrettanto nell'apparizione.
Guardo video di rapper in tenuta gangster che fanno la bella vita, attorniati da personaggi da gabbio senza ombra di dubbio, denaro, tanta figa, senza una ruga, profonda gola che beve cappuccio, scappuccia il luccio, ciuccia tutto, confeziona l'atto nell'astuccio, prevedibile  mezzuccio prima di finire nel crepaccio.
Tutto se ne va, pimperepettenusa pimperepettepam.
Io tra qualche anno avrò la tremarella, tornerò a succhiare l'artificiale mammella, Parkinson e biberon, le campane fan din don, e già, pimperepettenusa pimperepettepam.
Sono fuori, fuori dagli albori.

1 commento: