SOSPESI PER TERRA - Blogger bocche piene di libertà, bla bla bla bla, utenti che gravitano nella generosità, da da da da, aperti al confronto e ad ogni sorta di cambiamento, esibizionisti, buonisti, ambientalisti di sfondamento, automatico complimento. Se si apponesse con dinvoltuuuuura un diverso commento da bocciatuuuuuura non inerente all'argomento si rischierebbe una denuncia per scarso attaccamento, altro che sgomento, non abbiate pauuuuura, è un modo come un altro di perdere tempo, se mi guardate con sospetto non nascondetevi sotto il letto, prometto che sarò più buffona di Rigoletto. Blogger senza inibizione e difficoltà ti manda a va va va va, utenti saccenti che sa sa sa sa, intonano lo stesso ritornello la la la la, coraggio fabrax, abracadabra, esponi la formuletta che sai: "me la dai?" Ai confini dell'avere: "me la faresti vedere?" Per accontentare l'ippocampo, stampo e giunge in un lampo, guardo e non mi smagro, squadro una cornice senza quadro, non mi pongo quale sia il senso del peccato, giusto o sbagliato, non tutto è oro colato, non pregiudica un bene amato, se mi spengo al diavolo le sensazioni vere o presunte, potrei schiattare domani, se ne laverebbero le mani e i coglioni, non importa siamo di fronte al condominio virtuale, la finzione è la norma. Blogger che sanno l'alfabeto a a a a e poi tornano indietro a a a a, utenti spersi nella città, spiacente non sono di quà.

giovedì 18 aprile 2013

pimperepettenusa pimperepettepam


effe a bi erre a ics.
C'è più merda nella gente che gente nella merda, frase fatta, frase corta, mangio una fetta di torta e poi via da quà, pimperepettenusa pimperepettepam.
La mia comprensione è finita in fondo ad un burrone, velocità nella sparizione non altrettanto nell'apparizione.
Guardo video di rapper in tenuta gangster che fanno la bella vita, attorniati da personaggi da gabbio senza ombra di dubbio, denaro, tanta figa, senza una ruga, profonda gola che beve cappuccio, scappuccia il luccio, ciuccia tutto, confeziona l'atto nell'astuccio, prevedibile  mezzuccio prima di finire nel crepaccio.
Tutto se ne va, pimperepettenusa pimperepettepam.
Io tra qualche anno avrò la tremarella, tornerò a succhiare l'artificiale mammella, Parkinson e biberon, le campane fan din don, e già, pimperepettenusa pimperepettepam.
Sono fuori, fuori dagli albori.

1 commento: