mercoledì 3 aprile 2013

dottoressa Divago


buongiorno dottoressa Divago, il tuo impiego è ben retribuito mentre io piego e ripiego lo spago terminato. Non so se mi spiego ma non ti pago, il verde è di colore grigio. Mi sdraio sul divano e non è un momento strano se accavalli le gambe, so che da sempre non porti le mutande. Non è importante, non me ne frega niente. Le donne qualunque cosa facciano, sono bagasce, qualunque cosa dicano, sono bagasce. Insistentemente chi se ne esce ribadisce che sono tutte bagasce... Non è sorprendente, è una noia, porco boia!
Quanto a me essendo una sentimentale la colla che controlla mi molla e cado a velocità mondiale, volare oh oh oh oh, precipitare oh oh oh oh...
Per il contorno aspettate il mio ritorno. Nell'attesa guardatevi un porno.

Nessun commento:

Posta un commento