SOSPESI PER TERRA - Blogger bocche piene di libertà, bla bla bla bla, utenti che gravitano nella generosità, da da da da, aperti al confronto e ad ogni sorta di cambiamento, esibizionisti, buonisti, ambientalisti di sfondamento, automatico complimento. Se si apponesse con dinvoltuuuuura un diverso commento da bocciatuuuuuura non inerente all'argomento si rischierebbe una denuncia per scarso attaccamento, altro che sgomento, non abbiate pauuuuura, è un modo come un altro di perdere tempo, se mi guardate con sospetto non nascondetevi sotto il letto, prometto che sarò più buffona di Rigoletto. Blogger senza inibizione e difficoltà ti manda a va va va va, utenti saccenti che sa sa sa sa, intonano lo stesso ritornello la la la la, coraggio fabrax, abracadabra, esponi la formuletta che sai: "me la dai?" Ai confini dell'avere: "me la faresti vedere?" Per accontentare l'ippocampo, stampo e giunge in un lampo, guardo e non mi smagro, squadro una cornice senza quadro, non mi pongo quale sia il senso del peccato, giusto o sbagliato, non tutto è oro colato, non pregiudica un bene amato, se mi spengo al diavolo le sensazioni vere o presunte, potrei schiattare domani, se ne laverebbero le mani e i coglioni, non importa siamo di fronte al condominio virtuale, la finzione è la norma. Blogger che sanno l'alfabeto a a a a e poi tornano indietro a a a a, utenti spersi nella città, spiacente non sono di quà.

mercoledì 8 settembre 2010

il bene primario


soggettiva/esterno.notte
panoramica orizzontale

inquadratura da destra verso sinistra di un quartiere satellite situato alla periferia di una grande città. Ovunque c'è un palese degrado. Attività come spaccio e prostituzione vanno a pieno regime. Poco lontano, prima dell'imbocco di una tangenziale, la macchina da presa zoomma uno spiazzo erboso che evidenzia mozziconi di sigarette, siringhe e preservativi

soggettiva/esterno.notte
campo lungo

in una stradina laterale avanza lentamente una FIAT 850 color beige con a bordo due giovani. L'auto si ferma in un punto dove la luce è molto ridotta. L'intenzione è quella di fare sesso proteggendosi possibilmente da occhi indiscreti. La ragazza si chiama Cantina Divini detta Canti, una disinibita venticinquenne; svolge la mansione d'impiegata presso una ditta di pompe funebri e s'interroga spesso sul mistero della vita. Il ragazzo, dallo sguardo interrogativo invece si chiama Cinzio Sfitinzio detto Ci, trent'anni, perennemente squattrinato, figlio di un imbianchino scolorito, non ha un posto fisso e si definisce disoccupato semplice

stacco su
interno.auto.notte
piano americano

Cantina
(si sfrega le mani)
serata umida, eh?

Cinzio
di umido prediligo solo la tua patatina

Cantina
cosa aspetti a stimolarla!?

Cinzio sbottona i jeans di Cantina, infila la mano sinistra all'interno degli slip sgambati ed inizia a masturbarla. Cantina fa altrettanto

Cantina
(guardando l'orologio da polso)
... ma ci pensi? Proprio oggi cade il nostro anniversario settimanale, stiamo insieme esattamente da quattordici giorni, nove ore, ventritrè minuti, sedici secondi, diciassette... diciotto... diciannove...

Cinzio
lo so che sai contare...

Cantina
... ma ci pensi? E' fantastico, ci troviamo nel bel mezzo della natura, il prato è in fiore, addentrati in un scatolone di macchina di quarta mano accessoriata di autoradio non estraibile essendosi ossidata nel '74, sedili di plastica camuffati da pelle umana, due robusti deflettori i quali, se provi dare una leggerissima capata, ti apre la fronte in due, io ti stimo tu mi stimi, stiamo attuando anche del discreto petting, cosa vogliamo di più? Uno spumante lucano? Dovremmo brindare...

Cinzio
sì brindiamo, libiamo nei lieti calici

Cantina
quali calici!? Non abbiamo neanche i bicchieri di carta... Mi tiri i capezzoli?

Cinzio
(osservandosi il bassoventre)
certo. Hai visto che cappella rosa antico che ho?

Cantina
(con fare ispirato)
vedo, pronta per essere succhiata... Aaah, inconsapevole piccolo borghese, lo sai che tutti noi siamo vittime del capitalismo più sfrenato? Hanno manipolato le nostre coscienze trasformandoci da individui a consumatori, da simpatici anticonformisti ad odiosi perbenisti, c'hanno fatto acquistare merce che non ci serviva, hanno sostituito modelli e valori sviando la logica comune... Alienazione! Alienazione! Se vogliamo salvarci dal disastro compiuto dobbiamo riconsiderare il valore intrinseco delle cose, scoprire la vera essenza della semplicità, rivedere con occhio imparziale la retrospettiva che trascende l'aspetto economico nel suo insieme, insomma la domanda cruciale è: che cos'è una diagonale?

Cinzio
(eccitato)
che cazzo ne so...

Cantina
(sospira)
... è l'anello di congiunzione che unisce due vertici non consecutivi di un poligono. Del resto, come potremmo utilizzare un cerchio senza prima calcolare l'area?! A volte mi sento come un trapezio, sospesa per aria, senza peso... se non ci fossero le basi precipiterei come Icaro... E il triangolo?...

Cinzio
(canticchia)
... il triangolo no non l'avevo consideratooo, d'accordo ci proverò la geometria non è un reatooo...

Cantina
... e il rombo?

Cinzio
(sempre più eccitato)
il rombo lo prediligo al forno con uno strato di patate, anche se non disdegno quello al limone...

Cinzio inizia a penetrare Cantina. Poco più in là, alla loro destra, una giovanissima prostituta si avvicina all'area dove è parcheggiata l'auto, seguita dal suo protettore il quale dapprima la insulta poi comincia a colpirla a calci e pugni. I due hanno un accento straniero. In pochi attimi l'alterco degenera in tragedia, il protettore, fulmineo, estrae la pistola posta sopra la cintola dei pantaloni e fa fuoco colpendola alla testa. La prostituta stramazza al suolo; un fiotto di sangue fuoriesce dalla tempia sinistra

stacco su
interno.auto.notte
piano americano

Cantina e Cinzio sono al culmine dell'amplesso ma avendo avvertito lo sparo cercano di capire cosa sia successo. Cantina scende dall'auto

stacco su
ciò che vede

il corpo esanime della prostituta giace a terra in un lago di sangue. Cantina guarda gli stivali. Cinzio esce anch'esso dalla macchina tirandosi su i pantaloni

Cantina
(si porta le mani alla testa)
noooo!!! Noooo!!! Non è possibile... non può essere vero...

Cinzio
cosa?! Cosa non può essere vero!?

Cantina
gli stivali a tronchetto di pelle di rupicapra...

Cinzio
rupi che?

Cantina
(entusiasta)
rupicapra, camoscio delle Alpi... ma ci pensi? Andavano di moda negli anni '70. Sono stivali particolarmente bassi che arrivano all'altezza delle caviglie e che possono essere indossati con qualsiasi abbigliamento. E' un buon modo di conciliare la cosa senza rinunciare alla moda... Me li compri? Eh? Eh? Daiii!!

Cinzio
prima dovrei fare un eventuale preventivo di spesa, dubito che siano alla portata del mio portafoglio...

Cantina
(saltella)
d'accordo, non avranno prezzi abbordabili a tutti ma per amore si fa questo e altro... Allora me li compri? Eh? Eh? Daiiiiii!!

Cinzio
ok, aprirò un mutuo...

Cantina e Cinzio si abbracciano. Non curanti di quello che è successo, risalgono in macchina e si allontanano